SERVIZI UGL

Lavoro, Capone: “2016 anno di grandi battaglie, a partire dalla partecipazione ”

“Per noi dell’Ugl il 2016 sarà, anzi è già, un anno di grandi battaglie che vedranno la Confederazione, le categorie e tutte le Unioni territoriali impegnate al fianco dei lavoratori e dei pensionati”.
Questa la mission che il segretario generale dell’Ugl, Francesco Paolo Capone, ha consegnato nella sua relazione conclusiva al Consiglio Nazionale dell’Organizzazione sindacale da lui guidata, riunita ieri e oggi a Chianciano.
“Le mozioni approvate – ha spiegato –, ci impegnano su temi di grande rilevanza ed attualità: la partecipazione, il contrasto al Jobs Act ed ai suoi derivati, la flessibilità in uscita in materia previdenziale, la svendita dei gioielli nazionali attraverso le partecipazioni, la difesa dei lavoratori delle partecipate e del ruolo delle aziende pubbliche, il Welfare, la Pubblica amministrazione, la lotta al caporalato, le politiche fiscali, il Sud, la difesa di assett industriali strategici, quali la Chimica, contro la dimissione di Eni da Versalis, e la siderurgia, contro lo spezzatino dell’Ilva”.
“Il nostro maggiore impegno – ha detto Capone in conclusione -  va a difesa del nostro cavallo di battaglia che ci ha portato lontano nei nostri 65 anni di storia: la partecipazione non è una mera attività di informazione dei lavoratori, ma quella condivisa assunzione di responsabilità tra lavoratori e imprese nella gestione delle aziende, in cui abbiamo sempre creduto e che è sancita nell’articolo 46 della Costituzione”.