SERVIZI UGL

Banche, Peretti: “I lavoratori chiedono chiarezza su tempi e modalità della vendita”

“Le notizie di stampa non tranquillizzano i dipendenti delle quattro banche salvate, Banca Etruria, Banca Marche, Cassa di Risparmio di Ferrara e Cassa di Risparmio di Chieti. Tutt’altro”.
Lo dichiara il segretario generale dell’Ugl Credito, Piero Peretti, per il quale “di evidente c’è solo l’intenzione dell’Unione europea di non concedere proroghe rispetto all’obiettivo di vendita delle quattro banche entro fine aprile 2016. Invece, nutriamo dubbi sulle tante rassicurazioni del presidente Nicastro riguardo alle molteplici dimostrazioni di interesse da parte di investitori, sia italiani che esteri. Ci chiediamo a questo punto se queste manifestazioni siano vere, se la proroga alla vendita richiesta dal governo italiano abbia fondamento e se, quindi, ci sia un futuro per i lavoratori”.
“Di fronte alla gravità della situazione – aggiunge il sindacalista – serve altrettanta serietà e tempestività da parte dell’esecutivo. I bancari coinvolti non possono continuare a lavorare nell’incertezza più totale”.