“Il punto chiave per rilanciare la compagnia italiana è salvare l’occupazione nella sua unità, quindi bocceremo tutte quelle proposte volte a intaccare la forza lavoro. Il nuovo piano industriale di Lufthansa non è ancora convincente, per cui è necessario che i tedeschi propongano un progetto ben definito, che tenga conto dei 12mila lavoratori Alitalia e non solo di una parte”.
Così Paolo Capone, segretario generale dell’Ugl. “Alitalia in futuro deve rimanere un vettore integro, solido e credibile, pertanto ricordiamo ai prossimi candidati che non siamo disposti a fare economia sui lavoratori”, ha aggiunto.

Share This: