“Il lavoro deve essere priorità assoluta del  prossimo Governo senza tralasciare l’importanza di rivedere alcune  riforme che hanno indebolito e svilito l’occupazione italiana”. Lo ha dichiarato Paolo Capone, segretario generale dell’Ugl, in  merito all’intervento di Vincenzo Boccia, presidente di  Confindustria, durante l’assemblea annuale.  “Come si fa a non voler dare importanza al problema delle pensioni che affligge migliaia di italiani. Ritengo sia grave non voler mettere mano alla riforma Fornero, che ha impattato negativamente sull’occupazione, nonché sul sistema previdenziale e sul relativo  ingresso dei giovani nel mondo del lavoro. Per l’Ugl – ha aggiunto – è opportuno implementare una strategia di dialogo con le parti  sociali, per avere un confronto integrato su quelle che sono le reali urgenze del nostro Paese. E, di sicuro, il tema pensioni, ha generato un grave allarme sociale, al pari del Jobs Act che, di  fatto, ha mortificato il mercato del lavoro rendendolo eccessivamente flessibile e precario”, ha concluso Capone.

Share This: