“Il Secondo Programma d’Azione Biennale per la Promozione dei Diritti e l’integrazione delle Persone con Disabilità, approvato recentemente dal Cdm in via definitiva, è un importante punto di riferimento per le politiche sociali. L’auspicio è che si passi velocemente dalle parole ai fatti, ovvero alla sua realizzazione concreta”.
E’ quanto dichiara il responsabile nazionale dell’Ufficio Politiche della Disabilità dell’Ugl, Giovanni Scacciavillani, aggiungendo che “in un momento in cui la politica è sempre più a corto di idee, e sempre meno capace di dar voce alle necessità dei più deboli, è importante che venga data attuazione alle proposte contenute nel Programma d’Azione Biennale, che recepisce analisi approfondite sul mondo della disabilità effettuate in tanti anni dall’Osservatorio Nazionale Disabilità”.
“Serve uno sforzo comune da parte di tutti i soggetti interessati, istituzionali e non – conclude -, anche perché molte proposte avanzate sono a costo zero. Va fatto il possibile per migliorare le condizioni di vita delle persone con disabilità e delle loro famiglie: se il Programma venisse attuato, anche solo in parte, l’Italia potrebbe diventare un punto di riferimento per le nuove politiche sociali espresse nella Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità”.

Share This: