Proponiamo studio accurato e risolutivo su punti nevralgici artt. 6 e 7

“L’Ugl, oltre a vigilare sui termini temporali del Testo Unico ‘Organizzazione dei servizi a favore delle persone in età evolutiva con disturbi del neuro sviluppo e patologie neuropsichiatriche e delle persone con disturbo dello spettro autistico’, è in grado di proporre uno studio accurato e risolutivo dei punti nevralgici della legge quali gli articoli 6 e 7”.
Con queste parole il vice segretario generale dell’Ugl, Giancarlo Favoccia, commenta l’approvazione della suddetta legge avvenuta il 13 settembre scorso da parte del Consiglio Regionale Campano con pubblicazione sul Burc del 2 ottobre.
Un testo funzionale che prevede l’erogazione diretta dei servizi, centri di sollevi evo per familiari, servizi per il tempo libero di persone con autismo per ogni distretto. Nonostante la facile critica nella quale si incorre, vista la situazione in cui versa la riabilitazione campana, sarebbe semplice discutere di un’ennesima strumentalizzazione della disabilità, ma l’Ugl intravede in questa iniziativa, un’occasione da cui partire per poter suggerire un vero percorso pragmatico e utile alla collettività.
“La nostra – conclude Favoccia – è una soluzione a costo zero per la Regione, che precedentemente aveva già avuto riconoscimenti istituzionali e che potrebbe essere la soluzione a tanti dubbi. In questo caso la Ugl sarà sempre pronta a difendere gli interessi di persone inermi e indifese dalle insidie di un eventuale raggiro politico”.

disabilita

Share This: