“Disposti a discontinuità formale ma non sostanziale”

“Abbiamo ribadito in modo unanime ad ArcelorMittal che per il passaggio dei lavoratori da Ilva siamo disposti a condividere una formula contrattuale discontinua nella forma, ma non nella sostanza: i diritti acquisiti non devono in alcun modo andare perduti”.
E’ quanto dichiara il Segretario Generale dell’Ugl Metalmeccanici, Antonio Spera, al termine del tavolo al Mise sul futuro di Ilva, aggiungendo che “in attesa di ricevere dai commissari Ilva la documentazione pervenuta dalla Commissione europea e inerente la discontinuità del passaggio dei lavoratori da Ilva ad ArcelorMittal, ribadiamo che serve una trattativa serrata orientata alla salvaguardia di ogni voce contrattuale, sia sul piano normativo che su quello retributivo”.
“Nel corso della trattativa – prosegue – abbiamo inoltre mostrato la nostra indisponibilità a condividere la volontà dell’azienda di modificare alcune parti fisse del salario, rendendole variabili”.
“I prossimi incontri, calendarizzati per il 23 e 24 aprile – conclude – avrà come oggetto i livelli occupazionali: ribadiremo in modo fermo e netto che non accetteremo nessun esubero”.

Share This: