“Il piano ambientale di ArcelorMittal è ambizioso e più convincente di quello industriale, tuttavia, rispetto a quanto previsto dall’azienda, riteniamo che si possano ridurre le tempistiche dei grandi interventi, in particolare della copertura dei parchi minerali”.
Lo dichiarano, in una nota congiunta, il Segretario Confederale dell’Ugl, Ermenegildo Rossi, e il Segretario Generale dell’Ugl Metalmeccanici, Antonio Spera, al termine dell’incontro al Mise sul piano ambientale dell’Ilva, a cui hanno partecipato anche Alessandro Calabrese, Segretario Provinciale dell’Ugl di Taranto, Domenico Gigante, Segretario Provinciale dell’Ugl Metalmeccanici di Taranto e una delegazione di Rsu.
“Le linee guida generali del piano sono condivisibili e concentrate sull’immediato – si prosegue nella nota -, anche se ci riserviamo di valutarne con maggiore attenzione i dettagli e la fattibilità nel corso dei prossimi incontri”.

Share This: