“Nel corso di un tavolo di confronto con la Esso Italiana che abbiamo ottenuto al ministero del Lavoro in merito alla cessione a Sonatrach e in particolare del conseguente futuro della raffineria di Augusta, non abbiamo ricevuto dall’Azienda le garanzie che riteniamo necessarie sulla salvaguardia dei livelli occupazionali: abbiamo dunque deciso di mantenere lo stato di agitazione, a tutela dei lavoratori diretti e dell’indotto, fino alla data del prossimo incontro, previsto per giugno”.
E’ quanto dichiara il componente della Segreteria Nazionale dell’Ugl Chimici-Energia, Sante Palladinelli, al termine dell’incontro al ministero del Lavoro con la Esso Italiana, aggiungendo che “tra i lavoratori si respira un forte clima di preoccupazione ed incertezza. L’auspicio è che l’Azienda sappia fornire tempestivamente adeguate risposte: faremo tutto il possibile al fine di condividere soluzioni concrete a tutela di tutti”.

Share This: