“Non ravvediamo alcun motivo di soddisfazione per il rinnovo del Ccnl del Pubblico Impiego: nel comparto delle Funzioni Centrali non è affatto riconosciuto a livello economico il lunghissimo e inaccettabile e periodo di ‘vacanza’ rispetto all’ultimo rinnovo, avvenuto nel 2009”.
Lo dichiara il responsabile del Dipartimento Politiche del pubblico impiego Ugl, Augusto Ghinelli, aggiungendo che “ non vorremmo che il fatto che gli accordi siano stati firmati all’Aran a pochi giorni di distanza dallo scioglimento delle Camere fosse legato alla mancata volontà, da parte dell’esecutivo, di assumersi le responsabilità del rinnovo, rimandando al prossimo esecutivo una questione che può risultare spinosa e creare malcontento tra i lavoratori pubblici”.

 

Share This: