Chiesto tavolo a Mise su Progetto di cessione a Sonatrach

“Esprimiamo forte preoccupazione per il progetto di cessione della Esso Italia alla società petrolifera pubblica algerina Sonatrach: abbiamo richiesto un incontro al Mise per istituire un tavolo di confronto che coinvolga tutte le parti interessate e affrontare la questione in modo condiviso”.
E’ quanto si legge in una nota della Segreteria Nazionale dell’Ugl Chimici-Energia, in cui si aggiunge che “la cessione potrebbe avere ricadute su circa 700 lavoratori, contando quelli della raffineria di Augusta, dei depositi e degli oleodotti, a cui si aggiungono quelli dell’indotto. L’operazione, inoltre, è stata effettuata senza alcuna comunicazione alle organizzazioni sindacali: non è stato concordato il trasferimento delle attività sotto alcun profilo”.
“Tra i lavoratori si respira un forte clima di incertezza sul futuro – conclude la nota -. Metteremo in campo ogni azione possibile per avere adeguate garanzie per tutti”.

Share This: