Alla vigilia dello sciopero, Gianluca Giuliano, Segretario Nazionale Ugl Sanità, ribadisce le motivazioni del sostegno della sua sigla all’imminente mobilitazione della categoria: “Il contratto evidenzia una serie di criticità economiche e normative che non possono essere minimizzate”. “Il mancato riconoscimento del passaggio di fascia – aggiunge – e del passaggio di categoria, la mancata valorizzazione dell’anzianità di servizio e il sovraccarico di lavoro, sono solo alcuni tra i motivi del nostro dissenso”.
“Abbiamo l’obbligo di sostenere questo sciopero perché il contratto precedentemente firmato è riuscito solamente a peggiorare le condizioni lavorative. Gli infermieri hanno sopportato turni di lavoro estenuanti e oggi meritano un legittimo riconoscimento professionale”.
“Le 48 ore di sciopero servono a ribadire con forza che la dignità del comparto sanitario non è contrattabile”, conclude il Segretario Nazionale.

Share This: