“E’ evidente che i cambiamenti introdotti dalla ‘Buona Scuola’ abbiano  influito significativamente sull’iter del Programma Operativo Nazionale che, a questo punto, necessita di una radicale revisione”.

Lo dichiara il segretario generale dell’Ugl Scuola, Giuseppe Mascolo, al termine della riunione del Comitato di sorveglianza Pon 2014-2020 al Miur. Alla riunione era presente anche il segretario confederale Fiovo Bitti.

“Durante la riunione – spiega  il sindacalista – è emerso che per il personale della scuola, in particolar modo per gli istituti scolastici del centro-nord, le risorse economiche siano insufficienti rispetto a tutti i progetti presentati; viceversa, nelle restanti aree del Paese, si segnala una difficoltà nel predisporre la documentazione necessaria a causa della nota carenza di personale.  Si pensi inoltre che in molti licei, soprattutto quelli musicali e sportivi, c’è una drammatica carenza di attrezzature che sono necessarie per la formazione”.

“Per rendere più efficiente il programma – conclude –  occorre un’attenta razionalizzazione delle risorse economiche, che dovranno essere utilizzate per prevedere un’ulteriore ottimizzazione del funzionamento del sistema, cercando di soddisfare la maggior parte dei progetti pervenuti dalle scuole e valorizzando l’attività didattica delle stesse, a vantaggio di alunni e famiglie”.

 

 

 

Roma, 15 giugno 2017

 

Share This: