“L’apertura di un tavolo di confronto a Palazzo Chigi sul passaggio del gasdotto Tap in Puglia è un segno importante di recupero del rapporto con il territorio, in un’ottica di sviluppo sostenibile. Il percorso intrapreso oggi, con grande senso di responsabilità, se concretizzato potrà dare alcune risposte alle popolazioni locali e in prospettiva, al sistema Paese”. Così Fiovo Bitti, segretario confederale dell’Ugl, al termine del confronto romano tra i rappresentati del governo della società Tap e di Snam, i sindacati e  Confindustria.  “Occorrono, però, risorse, condivisione degli obiettivi, idee puntuali e la certezza che si generi occupazione stabile e duratura, tutto cose che, si auspica, potranno essere più chiare già dal prossimo incontro, con la speranza che anche le istituzioni territoriali vorranno partecipare alle riunioni.”.

Share This: