“E’ necessario avviare un processo di verifica sulla corretta applicazione della Legge Anticorruzione in Rai, garantendo l’effettiva rotazione degli incarichi per i dirigenti e i funzionari del Gruppo e delle società ad esso collegate operanti in settori particolarmente esposti al rischio di corruzione”.
Lo dichiara il segretario nazionale dell’Ugl Informazione, Fabrizio Tosini, in una lettera inviata al Presidente Rai, Monica Maggioni, al Direttore Generale, Antonio Campo Dall’Orto, al responsabile delle Relazioni Industriali Rai, Marco Anastasia, della Prevenzione della Corruzione, Nicola Claudio, e della Direzione Internal Auditing, Maurizio Rastrello.
“La Legge Anticorruzione – conclude – prevede l’adozione di uno specifico strumento di prevenzione denominato ‘Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione’ attraverso il quale gli enti definiscono e comunicano all’Anac e al Dipartimento della Funzione Pubblica la valutazione del diverso livello di esposizione degli uffici a rischio di corruzione e indicano gli interventi necessari per la prevenzione del fenomeno. Chiediamo dunque ai vertici di attivarsi nel più breve tempo possibile, nel pieno rispetto delle disposizioni previste dalla Legge”.

Seguici e metti un like:
error