“Consideriamo un volano fondamentale per tutti i territori coinvolti, Gela, Frosinone e Venezia, la positiva conclusione degli Accordi di Programma per le rispettive aree di crisi”. Lo dichiara il vice segretario generale dell’Ugl, Luigi Ulgiati, commentando la firma del ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, Luigi Di Maio, sui tre Accordi di Programma per l’attuazione dei progetti di riconversione e riqualificazione delle aree di crisi industriale complessa di Frosinone, Gela e Venezia.
“Tutti e tre gli accordi – spiega il sindacalista – potranno generare ricadute importanti per l’occupazione su tutti i territori e in alcuni casi, come ad esempio Frosinone, sono arrivati in un momento di altissima tensione sociale. A Gela in particolare l’Accordo di programma sarà importante non solo e non soltanto per un’opera necessaria di reindustrializzazione, ma anche per un nuovo e positivo impatto sociale che conseguirà alle maggiori prospettive occupazionali. Sarà importante nella fase successiva anche il ruolo delle Regioni e ovviamente il contributo di coloro che, organizzazioni sindacali comprese, in questi anni hanno combattuto al fianco dei lavoratori e contribuito a contenere l’esasperazione”.
“Affinché gli Accordi possano generare tutti gli effetti positivi auspicati e voluti – conclude Ulgiati – ora è opportuno convocare un tavolo di monitoraggio per vigilare sulle fasi successive fino alla pubblicazione dei bandi. Solo così potremo avere tutti, governo e territori, sindacati e lavoratori, la certezza che questa è davvero l’occasione giusta per imboccare la strada della ripresa economica”.

Seguici e metti un like:
error