“Mancano pochi giorni all’ennesima scadenza e le istituzioni preposte devono mettere, a questo punto, la parola fine all’inaccettabile balzello di rinvii e scambi di responsabilità, mantenendo fermi gli impegni già assunti e dichiarati Ovvero rilancio di Alitalia e zero esuberi”. Lo chiede il segretario nazionale della UGL Trasporto Aereo, Francesco Alfonsi, per il quale, fondamentale a questo punto “è la costituzione del Consorzio dei nuovi azionisti”. “L’unico rilancio possibile è – prosegue il segretario – quello di un Piano Industriale nel quale siano adeguatamente rappresentati investimenti nell’intero perimetro attualmente esistente, siano acquisiti nuovi aeromobili per la flotta di medio e lungo raggio e soprattutto che il network aziendale sia correttamente posizionato sui mercati internazionali ed intercontinentali”.
“I cittadini italiani meritano di avere una compagnia aerea che continui ad esportare il brand Italia nel mondo ed i lavoratori di tutto il settore industriale devono poter intercettare le grandi opportunità intrinseche nel ricco mercato del Trasporto Aereo”.
“Ribadiamo per chiarezza,  – conclude il segretario – che UGL Trasporto Aereo contrasterà ogni azione che non fosse in questa direzione di sviluppo salvaguardando tutti i lavoratori oggi presenti.  Non accetteremo quindi alcun tipo di Piano Industriale di ridimensionamento o di mero salvataggio”.

Seguici e metti un like:
error