“Attendiamo conferme ufficiali del Governo inerenti la possibile definizione del consorzio azionario riferito ad Alitalia ed alla conclusione dell’iter previsto per il prossimo 15 luglio”.
Lo dichiara il segretario nazionale Ugl Trasporto aereo, Francesco Alfonsi, sottolineando “tuttavia, con estrema chiarezza, che ci aspettiamo, come da impegni assunti dal ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, un Piano industriale di rilancio e sviluppo per Alitalia che possa intercettare le opportunità di business che sono insite nel settore del lungo raggio, con l’apertura di nuove rotte soprattutto nel ricco mercato nord americano”.
Per Alfonsi “il rilancio di Alitalia dovrà prevedere, nell’ambito dell’alleanza, la rivisitazione degli accordi commerciali attualmente in essere, salvaguardando l’attuale perimetro aziendale e riportando in house l’importante e fondamentale attività manutentiva”.
“Volutamente, quindi, non commentiamo – sottolinea – le anticipazioni pubblicate da un quotidiano nazionale relative alla presenza all’interno del nuovo Piano Industriale di tagli alla struttura del network aziendale, di riduzione della flotta di lungo raggio e di tagli salariali. Fatti questi, per i quali anche il Governo ha sempre garantito e nel quale vogliamo continuare a credere. Va comunque ribadito che su questo fronte non saremo mai disponibili ad ulteriori sacrifici”.
“Come già sostenuto in sede Governativa – conclude il segretario nazionale – sottolineiamo la necessità di dotare il Trasporto Aereo di regole di settore omogenee, atte ad evitare il proliferare delle asimmetrie competitive che hanno contribuito a determinare lo stato dell’arte e su questo stiamo predisponendo le nostre proposte di merito”.
“Restiamo in attesa di una convocazione ministeriale per entrare nel merito e nel vivo del confronto”.

Seguici e metti un like:
error