“L’Ugl esprime il suo cordoglio alla famiglia  dell’operaio di 40 anni che ha perso la vita sul posto di lavoro a  Prato. Le cosiddette ‘morti bianche’ sono una tragica realtà a  cui non ci si può abituare e che dobbiamo combattere con tutte le  nostre forze. In tal senso, è necessario implementare una cultura  della sicurezza, puntando anche sulla formazione dei lavoratori,  soprattutto dove si svolgono mansioni a rischio infortuni. L’UGL è in tour in Italia con la manifestazione ‘Lavorare per Vivere’  volta a sensibilizzare l’opinione pubblica sul triste fenomeno.  Basta a queste continue stragi silenziose”. Lo hanno detto Paolo Capone, segretario generale dell’Ugl e Giuseppe Dominici, segretario regionale Ugl Toscana, in merito all’infortunio mortale  sul lavoro in cui un uomo di 40 anni ha perso la vita cadendo dal  tetto di un capannone in provincia di Prato.

Seguici e metti un like:
error