Al via Conferenza programmatica e Scuola formazione
“Di fronte alla pressione dei mercati e alla richiesta sempre più pressante di sovranità da parte dei popoli occidentali, occorre riallacciare quel patto sociale nazionale che è fondamento stesso della politica e dello Stato e che vede come ultimo fine il benessere generale, presente e futuro, della nazione”.
È questo uno dei passaggi fondamentali della relazione con cui il segretario generale dell’Ugl, Francesco Paolo Capone, ha aperto i lavori del Consiglio Nazionale organizzato oggi a Roma dalla sua organizzazione sindacale.”Benessere – ha spiegato – inteso come sicurezza economica e lavoro dignitoso, diritto alla salute e ad un ambiente sano, ricerca scientifica, innovazione tecnologica, crescita culturale e prospettive di vita dignitose e sicure”.Per Capone significa “continuare a combattere contro le delocalizzazioni selvagge, combattere l’ultra liberismo nella disciplina del lavoro semplificata nel Jobs Act, puntare sull’alternanza scuola-lavoro, contrastare l’austerity, gli sprechi e i privilegi. Tutto ciò si può fare solo con un ulteriore salto di qualità da parte nostra, individuando anche con quali forze trovare convergenze, ognuno nel rispetto del proprio ruolo ed è per questo che oggi ho deciso di partecipare alla manifestazione ‘Italia Sovrana'”.”Sarà fondamentale – ha detto in conclusione Capone – l’avvio da febbraio della nostra Conferenza programmatica che rappresenta la necessaria fase di dibattito precongressuale per costruire una piattaforma di rilancio della Ugl. In questa stessa ottica va inquadrata la creazione di una Scuola di formazione con un progetto di sviluppo delle conoscenze e delle competenze dei nostri quadri sindacali all’altezza delle sfide che ci attendono”.

Seguici e metti un like:
error