È stato sottoscritto oggi dinanzi al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando, la firma di un Protocollo sperimentale tra UGL e AssoDelivery, per la legalità contro il caporalato, l’intermediazione illecita e lo sfruttamento lavorativo nel settore del food delivery. Soddisfazione da parte del Segretario Nazionale Ugl Rider, Vincenzo Abbrescia, “rispetto a un protocollo in linea con il ccnl Ugl Rider che ha già attuato linee di contrasto. Un protocollo sperimentale che sancisce quanto è stato già fatto dalle piattaforme di AssoDelivery per arginare la piaga del caporalato. Le stesse piattaforme si sono già dotate strumenti per evitare il caporalato quali il riconoscimento facciale e altri sistemi di controllo ma evidentemente il contrasto va sempre più monitorato e rafforzato”.
“Auspichiamo – conclude Abbrescia – che il protocollo trovi attuazione anche da parte di tanti altri soggetto del food delivery che svolgono attività in Italia e su questo siamo certi che il ministero stesso rafforzerà la propria opera di controllo e vigilanza”.

Seguici e metti un like:
error