“Nel corso dell’incontro che si è tenuto oggi al Mise sul piano industriale di Jindal per l’ex Lucchini, abbiamo ribadito le nostre priorità: la salvaguardia di tutti i livelli occupazionali, diretti e dell’indotto, e la ripresa produttiva siderurgica, che deve essere effettuata con impianti ambientalmente compatibili”.
E’ quanto dichiarano, in una nota congiunta, il Segretario Nazionale dell’Ugl Metalmeccanici con delega alla Siderurgia, Daniele Francescangeli, il Segretario Provinciale dell’Ugl Metalmeccanici di Livorno, Sabrina Nigro, e Claudio Lucchesi, Rsu dello stabilimento, al termine del tavolo al Mise sul futuro della Ex Lucchini, aggiungendo che “un altro punto che riteniamo fondamentale è che tutti i lavoratori, sia quelli diretti che quelli dell’indotto, possano accedere agli ammortizzatori sociali”.
“Prima di dare un giudizio sul piano industriale – concludono i sindacalisti – ci riserviamo di conoscerlo nel dettaglio. Intanto, l’auspicio è che il governo in corso di formazione sia garante della trattativa: i lavoratori non vanno lasciati soli al loro destino”.

Seguici e metti un like:
error