“La crisi politica attuale per quanto  allarmante, era purtroppo prevedibile. Da tempo denunciamo  l’immobilismo di un Governo prigioniero dei dissidi interni e lacerato dai dissapori personali. L’esito naturale di un’alleanza  creata artificialmente e priva di una comune visione politica.  Auspico, in tal senso, una rapida soluzione all’impasse in cui  siamo finiti. L’UGL si oppone ad un’eventuale operazione di  palazzo che non rispecchierebbe il voto degli italiani. Occorre fare presto e bene nell’interesse del Paese. La responsabilità di  una maggioranza si misura sulla capacità di dare risposte  concrete ai cittadini sul tema del lavoro, della sanità, delle  tasse e della scuola. La peggiore crisi economica dal dopoguerra  ad oggi e la gravissima pandemia mondiale in corso non ci  consentono di rimanere nella palude. Imprese e lavoratori chiedono fatti e non ulteriori promesse”. Lo afferma in una nota Paolo Capone, segretario generale dell’UGL, in merito all’attuale crisi  di governo.

Seguici e metti un like:
error