“L’Ugl non firma contratti pirata e la tragica situazione di sfruttamento che esiste nei call center non è certo imputabile alla nostra organizzazione ma ad una produzione legislativa sulla quale l’On. Damiano dovrebbe dare più spiegazioni e meno patenti”.
Questa la risposta in una nota che la segreteria generale dell’Ugl rivolge all’On. Cesare Damiano.
“In ogni caso siamo pronti a dare tutte le spiegazioni del caso in tutte le sedi opportune. Ci auguriamo che altrettanta disponibilità ci sia da parte del governo, del Pd e dell’On. Damiano su come arginare la piaga dei voucher che dilaga come forma di precariato e di sfruttamento”.

Seguici e metti un like:
error