Il Segretario Generale dell’Ugl, Francesco Paolo Capone, ha partecipato ai lavori del seminario “Verso un trasporto stradale equo e competitivo nell’Unione Europea” finanziato da un programma della Comunità Europea. “Un confronto a più voci – ha spiegato Capone – con i rappresentanti sindacali dei lavoratori di Spagna, Portogallo, Serbia, Ungheria, Olanda e Slovacchia”. Per la delegazione Italiana insieme a Capone c’erano anche il responsabile Ugl per le Relazioni internazionali, Gian Luigi Ferretti, il segretario nazionale dell’Ugl Autoferrotranvieri, Fabio Milloch, a cui è spettato il compito di intervenire per l’Ugl e il responsabile delle Relazioni istituzionali dell’Ugl Roma, Stefano Andrini.

A margine del seminario il Segretario Generale dell’Ugl ha incontrato in privato Szabolcs Takacs, sottosegretario per lo Sviluppo delle politiche europee presidenza del consiglio ungherese e figura di punta del Governo Orban. Un “serrato e cordiale scambio di idee – così lo ha definito Capone – sulle priorità dell’Europa a partire dal lavoro, la coesione sociale, la famiglia, le politiche demografiche e la cultura nazionale le cui origini, come da noi affondano nella tradizione Cristiana. Rappresentando la nostra originale storia sindacale abbiamo anticipato l’invito per un incontro internazionale che organizzeremo nei prossimi mesi a Roma”.

Seguici e metti un like:
error