“Esprimiamo profonda vicinanza ai feriti del terribile incidente di questa mattina sulla linea metropolitana di Napoli gestita da ANM, che ha coinvolto più treni della metropolitana 1, tra Colli Aminei e Piscinola. Un incidente le cui immagini ci riempiono di sconcerto, per le conseguenze ancora più terribili che lo scontro avrebbe potuto generare”. Così in una nota Fulvio Fasano ed Eduardo Leongito, segretari di Napoli e Campania della UGL Autoferrotranvieri. “Siamo accanto alle persone coinvolte, alle loro famiglie, all’utenza ed ai nostri colleghi macchinisti: abbiamo sempre fatto della sicurezza un asse portante di ogni nostra battaglia sindacale, come d’altronde nelle indicazioni e nelle sensibilità sempre dimostrate dalla nostra Confederazione e dal nostro Segretario Generale, rammentando sempre alle Istituzioni tutte, come alle parti datoriali che non si può parlare di sicurezza soltanto dopo che si sono verificati degli incidenti, come quello terribile di ieri a Milano in cui ha perso la vita un operaio impiegato sui lavori della metropolitana,  ma che i concetti di safety e security debbano essere una priorità assoluta ed irrinunciabile, strettamente legata al senso stesso di trasporto pubblico locale”. Così, dichiara il segretario nazionale UGL Autoferrotranvieri, Fabio Milloch.

Seguici e metti un like:
error