“Le dichiarazioni di Boeri rasentano i limiti della decenza, oltre che politicamente, anche eticamente: lamentarsi della durata di godimento della pensione significa trattare le persone, e le loro vite, come semplici numeri”.
E’ quanto dichiara il dirigente confederale dell’Ugl, Nazzareno Mollicone, commentando le parole del presidente dell’Inps, Tito Boeri, a margine di un’audizione alla Camera, aggiungendo che “dal considerare la spesa previdenziale come una mera perdita di denaro all’augurare il peggio a chi gode della pensione, il passo è pericolosamente breve. Lungi dal rappresentare una sottrazione di risorse, i pensionati sono persone che hanno versato per decenni i loro contributi allo Stato, collaborando al suo sostegno”.
“A tutt’oggi – conclude il sindacalista – il ruolo dei pensionati all’interno della società è un fondamentale sostitutivo delle forme di Welfare e sostegno alla famiglia che scarseggiano drammaticamente in Italia: dichiarazioni come quelle di oggi non sono ammissibili, si deve restituire gratitudine e dignità a questa categoria”.

Seguici e metti un like:
error