“Purtroppo le notizie non sono confortanti: nell’incontro al Mise tra sindacati, Governo, Regione, Comune di Piombino, autorità portuale e la proprietà JSW steel Italy, l’azienda continua a fare solo promesse”.
Lo dichiara il segretario generale Ugl Metalmeccanici, Antonio Spera, spiegando che “lo studio progettuale sull’impianto ‘Tempra’ deve essere ancora completato, stessa cosa vale per lo studio di fattibilità del forno elettrico. Inoltre il coordinatore territoriale e rsu di Piombino, Claudio Lucchesi, riferisce che le condizioni in fabbrica sono peggiorate: tagli sugli organici, erogazione tardiva, malgrado lo sciopero, del welfare confermato per settembre; si va aavanti invece con gli ‘acciai al piombo’ dei quali ad oggi neanche sono conosciuti i risultati delle sperimentazioni”.
“È evidente che da parte delle Istituzioni e del sindacato occorre un puntuale controllo. L’Ugl Metalmeccanici pretende dall’azienda, apparsa piuttosto nervosa, il rispetto degli impegni assunti e a questo punto un cronoprogramma. Sul costo dell’energia il Governo ha mostrato disponibilità e impegno, ma prima l’azienda deve presentare il progetto. La stessa disponibilità da parte del Comune di Piombino che vuole condividere il percorso ma con tempi certi per smantellamenti ed investimenti”.
“Ad agosto e settembre – conclude Spera – sono programmati altri incontri ma prima di tutto si dovrà affrontare la scadenza degli ammortizzatori prevista per ottobre”.

Seguici e metti un like:
error