“Esprimiamo soddisfazione per il primo confronto con la dirigenza Aiop in merito al rinnovo dei contratti collettivi nazionali della sanità privata e del socio-sanitario Rsa ed auspichiamo di poter giungere in tempi brevi ad un’intesa che, riconoscendo la professionalità delle lavoratrici e dei lavoratori del settore, garantisca anche un adeguato compenso economico”.
Lo dichiara in una nota il segretario nazionale Ugl Sanità, Franco Patrociello, che ha partecipato alla riunione con i vertici Aiop insieme ai dirigenti nazionali Carmelo Urzì, Gianluca Giuliano e Valerio Franceschini.       “Si è trattato di un incontro preliminare – precisa il sindacalista – durante il quale, però, si è stabilito che da settembre saranno avviati i confronti necessari al prosieguo della trattativa per la stesura di un contratto unico Aiop-Aris e per l’approfondimento di temi importanti come l’adeguamento economico e normativo”.
“Dal canto nostro – aggiunge – abbiamo sottolineato l’importanza di garantire il potere di acquisto dei salari, anche attraverso il riconoscimento degli arretrati e, soprattutto, con misure che siano applicate in maniera omogenea a tutti i lavoratori su scala nazionale per evitare che si generino disuguaglianze”.
“Il nostro impegno è volto principalmente al raggiungimento di un contratto che valorizzi i lavoratori della sanità privata. Ecco perché – conclude Patrociello – oltre alla parte economica, che è di per sé significativa, dedicheremo molta attenzione anche all’aggiornamento della parte normativa di un contratto ormai fermo da dieci anni”.

Seguici e metti un like:
error