“Con la previsione di Quota 100 il Governo ha  cominciato a rivedere la legge Fornero, recependo le nostre  proposte. Tale misura segna una svolta fondamentale nelle politiche di welfare nel nostro Paese, incentivando il ricambio  generazionale nel mondo del lavoro. Questo è confermato dalle circa 100 mila domande presentate per accedere a Quota 100”.  Così, a margine dell’incontro con i sindacati convocato al Mise  dal ministro Luigi Di Maio, il segretario generale dell’Ugl Paolo Capone. “Dopo anni di tagli alle politiche sociali – aggiunge – siamo soddisfatti del cambio di passo e valutiamo con attenzione  gli effetti positivi e di crescita derivanti dai provvedimenti del Governo”. In ordine alla proposta di introdurre un salario minimo  legale, Capone manifesta delle riserve: “L’obiettivo di tutelare  il diritto del lavoratore a una retribuzione equa e dignitosa si realizza mediante il rafforzamento della contrattazione  collettiva, prima ancora che con l’introduzione di un salario  minimo”.

Seguici e metti un like:
error