“Nel corso di un tavolo per la stesura di nuovo accordo di programma per la Aferpi di Piombino, che dovrebbe recepire i punti delle precedenti intese, abbiamo ribadito che le priorità sono due: la salvaguardia dei livelli occupazionali, inclusi quelli dell’indotto, e il monitoraggio dell’effettiva realizzazione degli impegni”.
E’ quanto dichiarano, in una nota congiunta, il Segretario Nazionale dell’Ugl Metalmeccanici con delega alla Siderurgia, Daniele Francescangeli, il Segretario Provinciale dell’Ugl Metalmeccanici di Piombino, Sabrina Nigro, e Claudio Lucchese, rsu dell’ex Lucchini, al termine del tavolo su Aferpi presso gli uffici di Palazzo Sacrati Strozzi a Firenze con le istituzioni locali.
“L’auspicio – proseguono i sindacalisti – è che stavolta gli accordi non vengano disattesi, come avvenuto in passato. Serve inoltre un piano industriale serio e solido da parte di Jindal, che preveda una vera riconversione e garantisca occupazione e diritti a tutti”.

Share This: