“L’accordo siglato ieri al Mise rappresenta la sintesi dell’impegno profuso da tutte le parti per portare a casa un vero risultato, affatto scontato: altri tre mesi di ossigeno per i lavoratori in termini economici, per i sindacati in termini di trattativa e per l’azienda l’opportunità di acquisire nuove commesse”.
Lo dichiara Antonio Vitti, componente della segreteria nazionale dell’Ugl Telecomunicazioni, che ieri ha partecipato alla trattativa presso il ministero dello Sviluppo economico.
“Nel tempo in più che abbiamo conquistato – aggiunge Vitti – possono cambiare molte cose, da parte dell’Ugl Telecomunicazioni c’è la massima determinazione a far sì che si arrivi ad un esito positivo, esito per il quale anche il governo si è assunto precisi impegni”.
“Indubbiamente – conclude Vitti – la spaccatura delle rsu Almaviva è un fatto che ci rattrista e ci preoccupa soprattutto per il destino che attende i 1660 lavoratori di Roma. Rispettiamo comunque la volontà espressa da coloro che non hanno voluto firmare l’intesa”.

Seguici e metti un like:
error