“Incontro complesso, che è entrato nel dettagliato con i vari punti all’ordine del giorno, ma che può rappresentare una chiave di volta di questa complessa trattativa”.
Lo dichiara il segretario generale Ugl Metalmeccanici, Antonio Spera, presente insieme al segretario nazionale Ugl Metalmeccanici con delega alla Siderurgia, Daniele Francescangeli, al vertice odierno presso Confindustria, durante il quale sono stati analizzati il contesto economico di mercato europeo e nazionale, il piano di attuazione industriale e ambientale con il processo di assunzione avviato da Arcelor Mittal e Relazioni industriali.
Per Spera da oggi “potremo avere maggiori certezze e delucidazioni sia in merito all’aspetto ambientale sia, soprattutto, del ricollocamento dell’intera forza lavoro e occupazionale. Per l’Ugl Metalmeccanici – ribadisce il sindacalista – quest’ultimo deve essere il punto di partenza, ivi compresi tutti i lavoratori ancora non assunti da Arcelor Mittal”.
“Ci sono ancora degli aspetti che abbiamo chiesto di discutere in sede locale per ogni singolo sito – conclude Spera – mentre su Taranto si è raggiunto l’obbiettivo iniziale, come da accordo siglato a settembre, ovvero 8200 Metalmeccanici e 100 elettrici”. Per Alessandro Calabresi, segretario Ugl Taranto “è importante programmare al termine il reintegro totale dei lavoratori attualmente i cigs”.

Seguici e metti un like:
error