“Dobbiamo correre ai ripari ripristinando gli ammortizzatori sociali ed erogando nuovi sussidi, in  modo tale da non mettere sulla strada 140mila famiglie a causa del Jobs Act, che ha creato solo danni ai lavoratori rendendo il mercato   sempre più precario e incerto” . È Paolo Capone, segretario   generale dell’Ugl a sollecitare l’intervento del governo alla vigilia dell’incontro con i sindacati metalmeccanici sugli ammortizzatori sociali in scadenza in questi giorni. ”È un grave allarme sociale, per cui migliaia di lavoratori del settore perderanno la copertura della cassa integrazione e dei contratti di solidarietà”, dice chiedendo con urgenza un tavolo di confronto con il ministro dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, “per studiare delle misure da inserire nella prossima Legge di Bilancio, in grado di bloccare l’ondata di disoccupazione prevista a fine settembre”. “Siamo a caccia di risposte concrete: basta riforme che danneggiano il lavoro, il sistema occupazionale ha bisogno di finanziamenti per cui non siamo disposti a fare sconti’”, conclude Capone.

Seguici e metti un like:
error