“Proclamiamo otto ore di sciopero nazionale dei lavoratori del settore elettrico per il mancato dialogo nel corso delle trattative per il rinnovo del contratto di categoria”.
Lo dichiarano il segretario generale dell’Ugl Chimici, Luigi Ulgiati, e il segretario nazionale dell’Ugl Chimici-Energia, Michele Polizzi, evidenziando che “le parti datoriali, Assoelettrica, Utilitalia ed Energia Concorrente, non hanno recepito nei testi contrattuali le nostre osservazioni, mantenendo una posizione inaccettabile, in particolare su orario di lavoro, modifiche di turni e reperibilità, trasferimenti”.
“Abbiamo dunque deciso il blocco degli straordinari – proseguono – e avviato le procedure di raffreddamento, convocando assemblee con i lavoratori per fare il punto della situazione e definire le modalità della protesta”.
“Ci aspettiamo che le parti datoriali facciano un passo indietro – concludono i sindacalisti – ristabilendo corrette relazioni sindacali”.

Seguici e metti un like:
error