“E’ una strage senza fine quella delle morti  sul lavoro che anche oggi conta una vittima e un ferito. A perdere  la vita un uomo di 68 anni che ad Empoli e’ stato coinvolto  nell’esplosione all’interno di una falegnameria mentre il figlio  e’ stato trasportato in ospedale per le ferite riportate.  Nell’esprimere la mia vicinanza e quella dell’UGL alla famiglia,  voglio ricordare quanto sia indispensabile e fondamentale  investire nella cultura della sicurezza e nella formazione dei  lavoratori. L’UGL continuerà a sensibilizzare l’opinione pubblica  verso il fenomeno delle ‘morti bianche’ e in tal senso la  manifestazione ‘Lavorare per vivere’ e’ volta a mantenere sempre  alta l’attenzione sulle stragi silenziose”. Lo dichiarano in un  nota Paolo Capone, segretario generale dell’Ugl, e Giuseppe  Dominici, segretario regionale Ugl Toscana.

Seguici e metti un like:
error