“L’UGL esprime sgomento per la grave tragedia  sul lavoro avvenuta oggi a Casalbordino, in provincia di Chieti  dove si è verificata un’esplosione all’interno di una fabbrica di  fuochi d’artificio in cui hanno perso la vita 3 persone. L’ennesimo e inaccettabile incidente sul lavoro, sul quale mi  auguro che le Forze dell’ordine facciano piena luce. Occorre  intensificare gli sforzi implementando i controlli e la formazione  sulla sicurezza, soprattutto laddove si svolgono mansioni ad alto  rischio infortuni per fermare una volta per tutte queste stragi. In tal senso l’UGL è in tour in Italia con la manifestazione  ‘Lavorare per Vivere’ al fine di sensibilizzare l’opinione  pubblica sul triste fenomeno delle ‘morti bianche'”. Lo affermano  in una nota congiunta Paolo Capone, segretario generale dell’UGL e  Gianna De Amicis, segretario regionale UGL Abruzzo, in merito  all’esplosione che si è verificata in una fabbrica di fuochi  d’artificio a Casalbordino, in provincia di Chieti.

Seguici e metti un like:
error