Allarma il rapporto dell’Istat che nel quarto trimestre del 2020 rileva un calo del reddito disponibile delle famiglie italiane pari al -1,8% rispetto al trimestre precedente. Al ribasso anche i dati relativi ai consumi finali che registrano una flessione pari al – 2,5%. Preoccupa, al tempo stesso, l’aumento della pressione fiscale nel quarto trimestre dello scorso anno pari al 52%, il dato più alto dal 2014. Appare evidente l’impatto devastante della pandemia sul tessuto economico e sociale nonché le gravi ripercussioni sul potere di acquisto dei lavoratori. Fondamentali, pertanto, le risorse stanziate dal Governo con il Dl Sostegni, tuttavia occorre aumentare i finanziamenti a fondo perduto per dare ossigeno a lavoratori e imprese. In tale prospettiva è prioritario avviare una seria e complessiva riforma in materia tributaria fondata sulla semplificazione e sulla riduzione delle tasse. Come Ugl riteniamo indispensabili misure come la flat tax e il taglio del cuneo fiscale sul lavoro, per favorire una stabile e duratura ripresa economica e, al contempo, salvaguardare i livelli occupazionali.

Seguici e metti un like:
error