“Emblematica la scritta ‘gli utili siamo noi’ sulle magliette dei lavoratori di ItaliaOnline, in sciopero oggi per affermare con forza che una azienda in attivo non può procedere al licenziamento di 400 dipendenti. E’ necessario che ci sia un confronto definitivo tra i sindacati, le Istituzioni e i vertici aziendali al fine di tutelare il futuro occupazionale dell’organico”.
Lo afferma in una nota Paolo Capone, segretario generale dell’UGL, in merito alla situazione di ItaliaOnline.
“Recepiamo positivamente il processo di digitalizzazione avviato con la Digital Factory per reintegrare parte dei lavoratori coinvolti: ciò non deve essere un ‘contentino’ per tenere a bada i dipendenti, ma un punto di partenza verso la soluzione della controversia”, aggiunge.

Seguici e metti un like:
error