“La crescita della disoccupazione è la triste  eredità del Jobs Act che ha solo contribuito a delineare nel nostro Paese un quadro occupazionale incerto e precario. Per non  parlare del tasso di disoccupazione giovanile che si attesta al  32,6%, peggio solo della Spagna”.
Lo afferma Paolo Capone, segretario generale dell’UGL, in merito ai dati Istat  sull’occupazione relativi al mese di giugno 2018.
“Ci auguriamo, dunque, che con il Decreto Dignità il Governo possa intervenire su una serie di norme legate al contrasto della precarietà nel mondo del lavoro. Tuttavia, vista la velocità con cui è stato presentato, credo che qualche correzione sia  necessaria, ma al netto di questo, le intenzioni sono positive e complessivamente l’impianto del Decreto va nella giusta direzione”, aggiunge.

Seguici e metti un like:
error