“L’Ugl esprime il suo cordoglio alla famiglia dell’uomo di 47 anni deceduto questa mattina a Maniago sul posto di lavoro, una ennesima tragedia che si doveva evitare”. Cosi’ Francesco Paolo Capone, segretario generale dell’Ugl, in merito all’incidente che ha coinvolto un operaio rimasto schiacciato dalla gru che stava manovrando sul luogo di lavoro, in provincia di Pordenone. “Non si puo’ continuare a morire con questa facilita’ agghiacciante, bisogna puntare su una maggiore cultura della sicurezza sui posti di lavoro e piu’ formazione per i
dipendenti. L’Ugl – ha aggiunto – e’ impegnata con il tour ‘Lavorare per Vivere’, volto a sensibilizzare l’opinione pubblica sul triste fenomeno delle cosiddette ‘morti bianche’, la cui ultima tappa si e’ tenuta a Firenze il 30 marzo per dire basta a queste stragi silenziose”.

Seguici e metti un like:
error