“L’UGL è contraria all’introduzione del salario minimo”. A scandirlo è il Segretario Generale Paolo Capone, in una dichiarazione a margine dell’incontro di questa mattina al Viminale tra sindacati e il Vicepremier Matteo Salvini. All’incontro erano presenti il Viceministro all’Economia Massimo Garavaglia, il Sottosegretario al Lavoro Claudio Durigon ed altri esponenti del Governo. Secondo Capone, “con l’introduzione del salario minimo si potrebbe favorire la fuoriuscita dalla contrattazione collettiva dando luogo così a uno strumento che potrebbe abbassare i salari e le tutele dei lavoratori”.

Seguici e metti un like:
error