“L’UGL esprime il suo cordoglio alla famiglia  dell’uomo di 65 anni che ha perso la vita a causa di un’esplosione  avvenuta mentre si trovava in azienda a Fondi. Una ennesima morte  sul lavoro che si doveva evitare”. Lo ha dichiarato in una nota  Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL in merito alla morte  del titolare di un’azienda specializzata nella manutenzione di  impianti di refrigerazione a Fondi. “Purtroppo, siamo in presenza  di una crescita esponenziale di vittime, per cui occorre  promuovere una maggiore cultura della sicurezza nei posti di  lavoro e più formazione, soprattutto nei luoghi maggiormente a  rischio. L’UGL è impegnata con il tour ‘Lavorare per vivere’ per  sensibilizzare l’opinione pubblica sul triste fenomeno delle ‘morti bianche’ e per dire basta alle stragi sul posto di lavoro!”.

Seguici e metti un like:
error